Comincia a vendere con il Drop Ship! Ecco i pro e i contro:

Vuoi lanciarti nel business della vendita online ma non hai materialmente a disposizione merci, prodotti, né un magazzino? Puoi comunque diventare un venditore grazie al Drop Ship (o Dropshipping): un sistema di vendita nato in America più di 10 anni fa che sta prendendo piede anche in Italia.

Come funziona?

Se sei intenzionato a procedere in questo business dovrai trovare un fornitore affidabile che voglia metterti a disposizione la sua merce. Prima ancora della ricerca del Dropshipper (il fornitore) pensa a quali prodotti vuoi vendere. Non puntare subito al grande pubblico. Scegli una nicchia di mercato, all’interno della quale inserirti, solo dopo un’attenta analisi delle ricerche dei consumatori, delle parole chiavi e della concorrenza. Dopo aver scelto cosa vendere, cerca il giusto fornitore: contattalo personalmente per avere ben chiaro quali saranno i tuoi margini di profitto, le opzioni di pagamento, le condizioni di trasporto, le spedizioni e la policy sui resi.

Dopo aver concluso il vostro accordo, è arrivato il momento di vendere. Puoi scegliere di utilizzare piattaforme marketplace come: Etsy, Amazon, Ebay ecc. (attenzione: la competizione su queste piattaforme è molto alta ed è probabile che i prodotti che vuoi vendere siano già a disposizione dei clienti, in grande quantità e a prezzi più competitivi) o il tuo sito internet (scelta preferibile).

I tuoi prodotti sono online ma nessuno se ne accorge? Sappi che una parte del budget per avviare la tua attività è da destinare alle campagne marketing: campagne su Google ADS, Facebook ADV, Instagram ADV, affiliazione, banner, email marketing, blog, guest post e tutto quello che può aumentare traffico al tuo sito web. Per ogni prodotto venduto, guadagnerai sulla differenza tra ciò che il cliente paga (il prezzo di listino del prodotto) e ciò che tu paghi al fornitore (prezzo all’ingrosso).

In un modello di business come il Drop Shipping, diventerai l’intermediario tra il cliente finale e il fornitore che produce materialmente il bene. Il tuo compito sarà quello di reperire clienti e vendere i prodotti. Dovrai inviare al Dropshipper i dati personali e di fatturazione del cliente ed esso si occuperà di far arrivare il bene al cliente finale, gestendo la parte legata alla spedizione, imballaggio, stoccaggio, magazzino, ecc. I vantaggi per chi fa Drop Shipping sono evidenti:

  • Il primo è che il Dropshipping ti permette di non avere un magazzino (dato che non possiedi materialmente la merce) con tutte le spese legate alla gestione e alle rimanenze delle merci;
  • Ti permette di non doverti occupare in prima persone delle spedizioni;
  • Puoi comprare da qualsiasi dropshipper in base alle condizioni che ti sembrano più vantaggiose;
  • L’investimento iniziale è abbastanza basso;
  • Nel Drop Ship non si paga anticipatamente la merce.

Anche per il fornitore questo sistema è molto conveniente, dato che può ritrovarsi una vasta schiera di rivenditori (possiamo chiamarli affiliati) a costo zero. Sembra tutto perfetto ma non è proprio così.

Esistono degli svantaggi in questo sistema di vendita? La risposta è si, e non sono pochi! Vediamo insieme:

  • I margini di guadagno su ogni prodotto sono molto bassi, e fino a quando non avrai volumi di vendita molto alti, le entrate saranno probabilmente minime;
  • La concorrenza è alta per molti settori e la guerra al ribasso è dietro l’angolo. Inoltre, è probabile che non sarai l’unico rivenditore del tuo dropshipper, il quale offrirà lo stesso catalogo (e gli stessi prezzi) a decine o centinaia di fornitori come te;
  • Non acquistando prodotti in stock (i prodotti che gestirai provengono da ordini individuali) avrai prezzi molto meno competitivi rispetto a rivenditori che acquistano prodotti in grandi quantità;
  • Non tutti i Dropshipper sono affidabili e, non avrai nessun controllo né sulla consegna dei prodotti, né sulla loro qualità. Sarai tu a risponderne al cliente in caso di problemi, soprattutto in caso di reso dovrai intermediare tra fornitore e cliente (per questo è importante chiarire le policy sui resi con il fornitore prima di stabilire ogni partnership).

Con questo, non vogliamo scoraggiarti ad aprire un’attività online. E’ giusto che tu sappia che dovrai investirci molto tempo prima di iniziare a percepire reali guadagni. Questi, probabilmente, non arriveranno comunque se scegli settori con una competizione troppo alta (come l’abbigliamento e l’elettronica) o se ti fornisci da grossisti o da dropshipper di massa (meglio piccole imprese o attività artigianali e di nicchia).

Seguici e dacci il tuo like qui: