Etichettatura alimentare – PDF Scaricabile completo

Molte food company ancora non comprendono appieno quanto sia complessa e articolata la normativa sull’etichettatura alimentare. Spesso ci vengono posti quesiti e dubbi, anche se ciò non rappresenta una nostra specifica competenza. In tal senso ci siamo attivati, mediante il nostro legale specializzato di riferimento: l’Avv. Gabriella Mete (specialista in materia societaria e tutela della proprietà intellettuale, marchi e brevetti), la quale ci ha cortesemente fornito un pdf che abbiamo deciso di condividere con i nostri lettori, per offrire un documento ufficiale redatto dalla Camera di commercio di Terni.

Gli interventi europei sull’etichettatura degli alimenti hanno attraversato diverse fasi che rispecchiano gli orientamenti generali sull’argomento. Dal semplice scopo di assicurare la libera circolazione degli alimenti all’interno della Comunità, contenuto nella Dir. CE 79/112, si è giunti infatti con l’ultima disposizione organica, il Reg. UE n. 1169/2011, a focalizzare l’attenzione sulla necessità di migliorare l’informazione e la tutela del consumatore.

La circostanza che ormai le esigenze dell’utilizzatore finale del bene alimentare siano sempre più esplicitamente al centro della produzione normativa ha posto e pone le aziende di fronte a problemi nuovi e complessi. Problemi di responsabilità, anzitutto. Ma anche problemi di conoscenza e di capacità di valutazione di obblighi e opportunità che le disposizioni comunitarie impongono e suggeriscono. Non vi è dubbio infatti che una corretta informazione al consumatore presuppone che l’etichettatura sia il più possibile appropriata e che una efficace tutela dei suoi diritti non può prescindere dall’osservanza dei requisiti di chiarezza, leggibilità e comprensibilità.

Tutto questo comporta però per gli operatori un carico che, specie per la piccola e media impresa, diventa oltremodo gravoso. Destreggiarsi in un quadro di regole, che mutano velocemente per tener conto tanto dei rapidi cambiamenti sociali e di mercato quanto dell’incessante evoluzione scientifica e tecnologica, non è affatto agevole. Come non è facile inseguire le disposizioni specifiche applicabili agli alimenti in particolari circostanze o a particolari gruppi di alimenti, coordinare correttamente la normativa comunitaria orizzontale con quella verticale relativa ai singoli comparti e accordare la normativa nazionale di attuazione con entrambe, interpretare nella maniera più appropriata i principi dell’etichettatura nutrizionale e quelli che presiedono alla regolamentazione delle allergie e delle intolleranze, stabilire i corretti confini per l’indicazione dell’origine degli alimenti, o un giusto bilanciamento – laddove opportuno – fra la normativa obbligatoria e quella volontaria.

Il presente vademecum è stato redatto nella piena consapevolezza di questi problemi: l’intento di venire incontro alle legittime aspettative di un consumatore fattosi via via più attento e avvertito non è mai disgiunto dal proposito di soddisfare anche le esigenze delle imprese, che in maniera sempre più aperta e trasparente sono chiamate a misurarsi in un contesto di competizione globale.

In caso di dubbi o quesiti è possibile contattare l’Avv. Gabriella Mete all’indirizzo: gabriella.mete@gmail.com


Scarica il link cliccando qui >> Vademecum etichettatura prodotti alimentari

La presente guida è stata realizzata dalla Camera di commercio di Terni con l’assistenza tecnica di Dintec – Consorzio per l’Innovazione Tecnologica.

Il gruppo di lavoro Dintec è composto da: dr. Antonio Romeo, dr. Orazio Olivieri, dr.ssa Laura Celentano, dr.ssa Maria Angela Gallorini, dr.ssa Paola D’Addezio.

Seguici e dacci il tuo like qui: